Via Cavalieri di Vitt. Veneto 3/6 17031 Albenga (SV)
LUN - VEN: 8.00 / 20.00 - SAB: su appuntamento +39 0182 544064

Cicloergometro

La cardiopatia ischemica include tutte le condizioni in cui si verifica un insufficiente apporto di sangue e di ossigeno al muscolo cardiaco. La causa più frequente è l’aterosclerosi, la presenza di placche ad elevato contenuto di colesterolo (ateromi) nelle arterie coronarie.

L’improvviso arresto o diminuzione dell’apporto ematico (quindi di ossigeno) al muscolo cardiaco può danneggiarlo riducendone la funzionalità. Questo conduce a manifestazione cliniche gravi, quali l’angina pectoris stabile ed instabile, fino all'infarto del miocardio, manifestazioni associate ad un elevato rischio di arresto circolatorio e di conseguente decesso.

Va ricordato che la patologia aterosclerotica e la cardiopatia ischemica sono la principale causa di morte nel mondo Occidentale.

E’ quindi di vitale importanza la prevenzione: tenere monitorata la propria funzionalità cardiaca con esami specialistici mirati. Uno di questi, non invasivo, è l’ECG (elettrocardiogramma) da sforzo su cicloergometro.

L’ elettrocardiogramma da sforzo su cicloergometro o test ergometrico o prova da sforzo, è un esame strumentale che consiste nell’effettuare un elettrocardiogramma durante l’esecuzione di uno sforzo fisico, nello specifico pedalando su una speciale “bicicletta” denominata “cicloergometro”.
L’obiettivo è di accrescere l’impegno del cuore rispetto ad una situazione “a riposo” per valutare le reazioni dell’apparato cardiocircolatorio ed individuare così eventuali anomalie con non si evidenzierebbero in condizioni di normalità.
ECG da sforzo su cicloergometro è l’esame d’elezione per lo studio della cardiopatia ischemica, dell’aritmia, dell’ipertensione arteriosa e dell’angina pectoris ma anche per valutare l’efficacia di terapie in corso.
E’ anche impiegata dalla Medicina dello Sport sia per il rilascio dell’idoneità alla pratica sportiva agonistica e per rilevare i progressi raggiunti con l’allenamento.

Come funziona?

Dopo aver eseguito un ECG a riposo, per verificare la funzionalità cardiaca, il paziente viene invitato a pedalare su un cicloergometro ("bicicletta"). Grazie a degli elettrodi, applicati sul petto del paziente, il cardiologo monitora la frequenza cardiaca, i battiti e la pressione arteriosa attraverso un monitor a cui gli elettrodi sono collegati.
Il tracciato verrà poi valutato dallo specialista che ne ha richiesto l’esecuzione.

Chiama lo +39 0182 544064 o scrivici a info@poliambulatoriocast.com per prenotare l’esame o per chiederci qualunque informazione. I nostri migliori professionisti sono a tua disposizione.

Sei interessato? Contattaci senza impegno!

Questo sito utilizza cookie di analisi e profilazione per fornirti un servizio migliore e su misura per te. Se rimani sul sito e continui la navigazione accetti la nostra cookie policy.